Storia - Tiro a volo San Martino

Vai ai contenuti

Menu principale:

______________________________________________________________________________________________________________________________________________________

A Rio Salso di Tavullia, piccola frazione situata lungo la vallata del Fiume Foglia, tra le "dolci colline di Raffaello", a metà strada tra Pesaro & Urbino, sorgono gli impianti sportivi del Tiro a Volo "San Martino".


Il 1° impianto di tiro a piattello specialità Fossa, sorge nel 1971 -ben 44 anni fa- per volere e per la grande passione verso questo appassionante sport, di Oliviero Pacassoni, Presidente della Società stessa.


Oliviero, che sin da molto giovane, ha mostrato interesse per l'attività venatoria, il tiro a volo e le armi ad anima liscia, è riuscito a trasformare in attività, quello che era il suo sport e hobby…e a far sì che questo durasse e si ampliasse nel tempo.

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________


Nel 1975 sposta la prima “Fossa” nel luogo in cui si trova a tutt’oggi

e costruisce l’armeria e segreteria, ospitando sull’unico campo
manifestazioni Provinciali e locali e tiri di allenamento con i soci e gli appassionati.
Solo nel 1991 viene costruita la seconda “Fossa”
così che i due campi vengono anche automatizzati e computerizzati: sono i primi in Italia.

Con il passare degli anni la famiglia di Oliviero Pacassoni cresce
e vengono distribuite le mansioni per la gestione degli impianti.

E’ il figlio Alberto a gestire il nuovo impianto di tiro a piattello Skeet
che sorge nel 1990 e in breve tempo ad adattarlo in percorso di caccia in pedana.
In breve tempo, questa specialità comincia a prender piede, così Alberto inizia a pensare “in grande”
e ad oggi gestisce 5 campi di percorso di caccia - compak sporting ed insieme al padre Oliviero,
riesce ad adattare anche le due Fosse alla stessa specialità.
Si possono così ospitare gare a livello non solo provinciale e regionale, ma anche nazionale,
che vedono la partecipazione di tiratori da tutta la Penisola.

La posizione degli impianti di Rio Salso è centrale e la vicinanza con città d’arte
quali Urbino, Urbania, Fossombrone e di mare, quali Pesaro, Fano, Cattolica e Riccione,
fanno sì che i tiratori si trovino splendidamente anche a livello ricreativo
ed immersi in una natura dagli scenari incantevoli.

La moglie Marta, assieme alla figlia Michela, cura da sempre il punto ristoro degli impianti
dove si può rifocillare in qualunque ora della giornata ed assaporare la gustosa piadina tipica marchigiana.

In occasione delle manifestazioni sportive a livello nazionale
è funzionante un ristorante “sul campo” con ottimi piatti caldi.

La figlia Elena, la più giovane della famiglia, dall’età di 9 anni,
cura la segreteria del tiro a volo San Martino per tutti i tipi di manifestazione,
gli aspetti logistici ed insieme al padre Oliviero e alla sorella Michela, le pubbliche relazioni.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu